I Concerti Cividalesi, XXXV edizione, dedicati ad Antonio Picotti

concerti cividalesi 2015 01 300Al via la storica rassegna della cittadimna ducale

Dal 29 novembre al 10 gennaio
sei appuntamenti curati dall’Associazione Musicale “Sergio Gaggia” in ricordo di Antonio Picotti


I Concerti Cividalesi si apprestano a festeggiare l’importante traguardo della 35° edizione.

La rassegna musicale, curata dall’associazione Sergio Gaggia e dedicata, dal 2013, alla memoria di Antonio Picotti che la ideò alla fine degli anni '70, prenderà il via domenica 29 novembre e, fino al 10 gennaio 2016, proporrà sei appuntamenti domenicali con concertisti e gruppi cameristici di grande livello. Per l’occasione, si riconsolida l’ampia cordata di enti e associazioni che si è formata nel 2013 per ricordare la figura dell’avvocato cividalese e per sostenere questa manifestazione cui è riconosciuto un valore anche simbolico di rinascita culturale post-sisma della città ducale. La rassegna vede il supporto dell'Assessorato alla Cultura della Città di Cividale, della Pro Loco locale, dei club service Lions e Inner Wheel, del G.O.I., della Fondazione de Claricini, delle Associazioni Progetto Patriarcato e Studi Storici, oltre che della Sergio Gaggia, capofila del progetto.

Il primo evento, il 29 novembre alle 18.00, si terrà a villa de Claricini (Bottenicco di Moimacco), con ospite il clarinetto principale del Teatro Stabile di Genova, Corrado Orlando, assieme al pianista Giacomo Dalla Libera. Il duo proporrà un programma monografico dal titolo Le temps de lilas, dedicato alla straordinaria produzione transalpina per questo strumento. Il 6 dicembre alle 17.00 è attesa l'Orchestra da Camera Busoni, diretta da Massimo Belli, che assieme ai tre solisti del quotato Trio des Alpes eseguirà il difficile triplo concerto di Borislav Martinu e un programma dedicato alla produzione del XX secolo, comprendente tra l'altro il famoso Adagio di Samuel Barber.

Il 13 dicembre, sempre nella sede della fondazione de Claricini, il pubblico di appassionati potrà ascoltare uno dei migliori violisti in attività, l'israeliano Yuval Gotlibovich, docente in importanti accademie universitarie, tra cui quella di Lugano e l'ESMUC di Barcellona. Gotlibovich, assieme al pianista Sandro D'Onofrio, suonerà la celebre sonata schubertiana detta dell'Arpeggione.

Il 20 dicembre, alle 18.00 nella chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale, Stefano Bagliano, tra i migliori specialisti in Europa del flauto barocco, presenterà assieme al clavicembalista Andrea Coen un confronto tra capolavori bachiani e vivaldiani.

La stagione cividalese, per tradizione, ha sempre dedicato spazio agli emergenti e, infatti, il 3 gennaio, alla Fondazione de Claricini, potrà esprimere tutto il suo talento il giovane pianista e compositore Dario Carpanese, con capolavori di Bach, Schubert e Scriabin.

Se i Concerti Cividalesi si aprono con la musica francese, è a quella spagnola, profondamente innervata dal suo folclore, che viene riservato l'onore di concludere la rassegna il 10 gennaio alle 17.00 con ospite d’eccezione il violinista spagnolo Joaquin Palomares. Assieme ad Andrea Rucli al pianoforte, presenterà coinvolgenti e frizzanti capolavori di Turina, Granados e Rodrigo. I concerti godono del sostegno della Regione Fvg e della Fondazione Crup.