Lezioni Concerto

cuore_musicale_450


Lezioni Concerto

Le Lezioni Concerto sono uno dei cicli tradizionalmente proposti dall’Associazione Musicale “Sergio Gaggia”. L’iniziativa si è rivelata fondamentale, nel corso di questi anni, per la formazione nella città Ducale – e non solo – di un gruppo folto, preparato, coeso e fedele di appassionati, desiderosi di cogliere la ragnatela di connessioni e riferimenti che coniugano la Musica con le arti figurative e letterarie così come con le scienze e con il tessuto sociale.

Le Lezioni Concerto hanno avuto anche il merito di voler dare alla scuola pubblica un contributo piccolo (ma prezioso in quanto purtroppo assai raro nel panorama italiano) alla diffusione della musica colta o, usando l’espressione di Quirino Principe, della musica forte. Il tutto attraverso una proficua sinergia con il Convitto Nazionale Paolo Diacono protrattasi fino al 2009, grazie all’illuminata direzione del rettore Oldino Cernoia. Una selezione degli oltre settanta interventi sommatisi in questi anni, con firme prestigiose tra cui quelle di Emilia Fadini, Quirino Principe, Carlo de Incontrera, Alberto Cantù, Marco Maria Tosolini, saranno oggetto di uno dei prossimi progetti editoriali della Gaggia, a cura di Umberto Berti.


Lezioni Concerto 2012 - XVI edizione

Cividale del Friuli, 15 Aprile – 1 Maggio 2012

Villa de Claricini - Bottenicco di Moimacco

Villa Gallici Deciani di Montegnacco

Associazione Musicale Sergio Gaggia
Regione Friuli Venezia Giulia
Fondazione Crup
Fondazione de Claricini Dornpacher
Associazione Academia Symphonica

Esercizi di Stile

Riprendono il 15 aprile con una nuova edizione len Lezioni Concerto, una delle iniziative tradizionalmente proposte dall'Associazione Musicale Sergio Gaggia. Giunte ormai al XVI anno di vita, avranno quest'anno il titolo Esercizi di Stile. La manifestazione è stata certamente fondamentale nel corso di questi tre lustri nel formare nella città Ducale – e non solo – un gruppo folto, coeso e fedele di appassionati, desiderosi di cogliere la ragnatela di connessioni e riferimenti che coniugano la Musica con le arti figurative e letterarie, con le scienze, con la storia. Sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dalla Fondazione CRUP, dalla Fondazione de Claricini e dall'Associazione Academia Symphonica, la rassegna vedrà la sua apertura domenica 15 aprile 2012 alle ore 18:00 nella splendida cornice della Villa de Claricini a Bottenicco di Moimacco, ospite Beaux Arts string trio, un quotatissimo trio d'archi, con tra l'altro tra i suoi componenti Francesco Pepicelli, tra i più stimati violoncellisti italiani. L'argomento affrontato ed analizzato dal Prof. Umberto Berti, sarà la personalissima cifra stilistica di Johannes Brahms, un genio che senz'altro ha avuto come modelli i grandi classici viennesi, ma che contiene nella sua opera numerosi germi di discontinuità che saranno fondamentali per lo sviluppo della musica colta del '900, come fu acutamente osservato nel 1933 da Arnold Schoenberg nel suo saggio Brahms il Progressivo. Saranno eseguiti i grandi quartetti con pianoforte op. 25 e op. 60.

Per la seconda lezione ci si sposta nella Villa Gallici Deciani di Montegnacco, un altra incantevole dimora storica del nostro territorio, che ospiterà domenica 22, sempre alle 18:00, un'interessante lezione su uno stile spesso bistrattato o sottovalutato, il Biedermeier. La professoressa universitaria Giuseppina Perusini svilupperà il tema volutamente provocatorio Il Biedermeier, solo un espressione piccolo borghese?, basata in un confronto tra le varie realizzazioni artistiche di questo periodo storico, che nella musica trova senz'altro uno dei suoi momenti più alti. Interpreti in un programma infarcito di brani di rarissimo ascolto, il quotato duo polacco Henryk Blazej – Teresa Kaban, flauto e pianoforte.

Le ultime due lezioni tornano nel luogo deputato, ossia la Villa de Claricini a Bottenicco di Moimacco, e vedranno come protagonista il pianoforte. Nell'incontro della domenica 29 potremo ascoltare uno dei migliori pianisti italiani, Roberto Plano, vincitore nel 2001, del Primo Premio al prestigioso Cleveland International Piano Competition, negli Stati Uniti, affermazione che seguiva i premi ottenuti all' Honens International Piano Competition (Calgary, Canada) e al 12° Van Cliburn International Competition (Forth Worth, Texas). Plano, già ospite del Mittelfest, ritorna a Cividale per l'amicizia con il direttore artistico della Gaggia, Andrea Rucli, suo collega nell'Istituzione AFAM Puccini di Gallarate. Nella sua lezione si potranno ascoltare per la prima volta le musiche, tra l'altro recentemente incise da Plano in cd, di un misconosciuto compositore veneto, Andrea Luca Luchesi, che fu dal 1771 al 1794 Kapellmeister a Bonn, ricoprendo tale prestigioso incarico dopo il nonno di Beethoven. Certamente decisivo nell'educazione musicale del giovane Ludwig, in realtà pare che della sua musica si siano a più riprese appropriati anche Haydn e Mozart. Di questo enigma musicologico parlerà assieme a Roberto Plano, Agostino Taboga, massimo esperto del compositore veneto.

L'ultimo appuntamento, il 1 maggio sempre a Bottenicco alle ore 18:00, verterà sull'inconfondibile colore della musica simbolista francese, spiegata ed eseguita da Letizia Michielon, docente di pianoforte al Tartini di Trieste, in un programma che spazia da Rameau a Boulez, passando per Fauré, Debussy e Messiaen. Oltre a godere di capolavori e chicche pianistiche, potremo ammirare così la rara sintesi tra abilità pianistica e conoscenza musicologica che questa studiosa è riuscita a realizzare. L'ingresso è libero.


 

Downloads (in formato PDF - Adobe Reader)